Eurispes: cresce il disagio delle famiglie, mentre la crisi si aggrava

Un terzo degli italiani, il 35,7%, ha chiesto un prestito bancario negli ultimi tre anni, quasi il 10% in più rispetto all’anno scorso; l’80% è convinto che la situazione economica sia peggiorata negli ultimi 12 mesi, mentre il disagio delle famiglie si è aggravato nel 70% dei casi; tre su cinque cittadini interpellati rivelano di essere costretti a intaccare i … Continua a leggere

Lavoro, è ancora allarme rosso

Con il 56,8% del terzo trimestre 2012, l’Italia è il paese con il più basso tasso di occupazione nell’eurozona dopo Spagna (55%) e Grecia (50,4%). E’ quanto emerge dalle rilevazione Ocse.   Nel complesso dei paesi che aderiscono all’organizzazione internazionale con sede a Parigi il tasso di occupazione si è attestato al 65% nel periodo luglio-settembre 2012, 1,5 punti percentuali … Continua a leggere

Istat, economia con il fiatone anche nel 2013

Forse ha ragione il cancelliere tedesco, Angela Merkel, quando afferma che la crisi durerà ancora 4, 5 anni. La conferma arriva dall’Istat. Secondo l’istituto di statistica, dopo il 2012, vero e proprio hannus orribilus, anche il 2013 sarà contrassegnato da numerosi segni negativi. A cominciare dalla disoccupazione, prevista in forte crescita.   Per l’anno 2012 si prevede una riduzione del … Continua a leggere

Consumi – 5%. Crollo record

Il crollo dei consumi a fine anno rischia di avvicinarsi al -5%. E’ la stima dell’Osservatorio nazionale Federconsumatori, che ritiene che il -3% previsto da Confcommercio sia “un livello già di per sé gravissimo” ma “addirittura sottostimato”. “Una vera e propria catastrofe – prosegue l’associazione dei consumatori – per l’economia, dal momento che tale contrazione comporta una riduzione complessiva della … Continua a leggere

Crisi, nessun segnale di miglioramento

Le prospettive dell’economia mondiale non lasciano presagire alcunché di buono. Non solo il Centro studi di Confindustria, ma pure il superindice Ocse prevede che il rallentamento sia destinato a continuare nei prossimi trimestri. L’indicatore dell’organizzazione (che raggruppa i Paesi sviluppati caratterizzatri da un’economia di mercato) si attesta ad agosto a – 0,14, dopo il – 0,05 di luglio. I dati … Continua a leggere