Tasse pagate in ritardo, sanzioni più salate

blogga 1254, tasse, interessi di moraBrutte notizie per i contribuenti. Dal 1° maggio sono in arrivo nuovi interessi di mora sui pagamenti delle cartelle esattoriali. Si passa dal 4,5504 al 5,2233%. E’ stabilito nel nuovo provvedimento dell’agenzia della Entrate (n. 27678/2013) che aggiorna il tasso da applicare ai pagamenti ritardati delle somme iscritte a ruolo, cioè quelle dovute al fisco e non versate entro un certo periodo dopo la scadenza (in genere l’iscrizione a ruolo è anticipata da un “avviso bonario” al contribuente).

 

Il provvedimento di aggiornamento periodico è previsto dal decreto sulla riscossione (Dpr 602/1973, art. 30) il quale stabilisce anche che gli interessi di mora si applicano a partire dal 60° giorno dalla data di notifica della cartella e fino alla data del pagamento. Il tasso d’interesse è fissato sulla base della media dei tassi bancari attivi rilevati dalla Banca d’Italia, che nel 2012 è risultato appunto del 5,2233%. Il tasso aumenta quindi di circa lo 0,67%.

Tasse pagate in ritardo, sanzioni più salateultima modifica: 2013-03-07T15:14:22+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo