Corte dei conti: Italia versa all’Europa più di quanto riceve

blogga 1254, Corte di conti, Unione europeaLa Sezione di controllo per gli affari comunitari e internazionali della Corte dei conti ha inviato al Parlamento la sua Relazione annuale sui rapporti finanziari con l’Unione europea e sull’utilizzo dei fondi comunitari. Il dato più significativo che emerge dall’analisi è il notevole incremento dell’apporto del Paese al finanziamento del bilancio comunitario: 16 miliardi di euro, con un aumento del 4,9% rispetto al 2010. La contribuzione italiana subisce anche l’effetto dell’esito negativo delle procedure d’infrazione promosse nei confronti del nostro Paese (per il 2011 è stata rilevata una cifra di 54,1 milioni, quantificata peraltro soltanto rispetto ad alcune procedure).

 

L’Italia (insieme ad altri Paesi) continua, inoltre, ad accollarsi una quota (nel 2011 è stata di 700 milioni di euro) dei rimborsi al Regno Unito per la correzione degli squilibri di bilancio.
A fronte di ciò, l’Italia ha ricevuto dall’Unione europea accrediti per 9,3 miliardi di euro, con un aumento dell’1,3% rispetto al 2010. Si è perciò notevolmente aggravata la posizione di contributore netto (6,7 miliardi di euro), nella quale si trova ormai da tempo.

Corte dei conti: Italia versa all’Europa più di quanto riceveultima modifica: 2013-01-30T17:32:55+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo